La libertà a portata di mano

Centro Italiano Aiuti all'Infanzia

Il progetto, in collaborazione con le istituzioni etiopi nostre partners, intende contribuire al miglioramento delle condizioni di vita dei bambini e degli adolescenti di Addis Abeba in condizione di particolare vulnerabilità. Riabilitare e reintegrare nelle comunità di origine i bambini ospiti dell'Istituto di Riabilitazione Minorile di Addis Abeba. I minori in conflitto con la legge, target di questo progetto, occupano senza dubbio una fra le posizioni più vulnerabili della società; la maggior parte dei bambini ospitati nell'Istituto di Riabilitazione minorile proviene, infatti, dalla strada e da famiglie in difficoltà. Oltretutto, il fatto di essere entrati in contrasto con la legge esaspera lo stato di emarginazione dalla vita della comunità per il diffondersi di preconcetti e pregiudizi. Seguire il processo riabilitativo dei ragazzi dentro e fuori dall'istituto e accompagnarne la reintegrazione in comunità sono pertanto due scelte strategiche che verranno perseguite attraverso la costituzione di un partenariato forte che convoglierà gli sforzi di amministrazioni etiopi, organizzazioni non governative e associazioni con un fine comune.

Beneficiari: 200 minori beneficeranno delle attività da svolgersi all'interno dell'istituto, 50 minori beneficeranno inoltre dei servizi offerti dal programma di reintegrazione sociale (Shelter). Minori in conflitto con la legge che, nell'arco di vita del progetto, saranno ospitati nell'istituto di riabilitazione minorile di Addis Abeba. Beneficeranno indirettamente tutti i minori che in futuro saranno ospitati dall'Istituto.

Anno: 2006

Importo erogato: € 312.099,88

Luogo di realizzazione del progetto: Etiopia, Addis Abeba

Avanzamento progetto: Sono state portate avanti le attività di formazione del personale e quelle ricreative dedicate ai ragazzi (musica, teatro e recupero scolastico), non è stato tuttavia possibile iniziare le costruzioni dei laboratori pratici e del centro ricreativo poiché sono subentrati problemi relativi alla concessione della terra. Al CIAI era stata assegnata originariamente una parcella su cui la scuola pubblica vicina avanza delle pretese. Attualmente il problema della concessione è nelle mani del Sindaco di Addis Abeba che, pur avendo dato un parere favorevole al CIAI, non ha ancora emesso una ordinanza scritta. Il progetto "La Libertà a portata di mano" è nato da un interesse del CIAI e dei suoi partner per la condizione dei bambini di strada e dalla consapevolezza della relazione che intercorre fra la vita di strada e il fenomeno della delinquenza minorile. Il progetto vuole migliorare il processo di riabilitazione e reintegrazione dei minori da un lato e dall'altro sensibilizzare e mobilitare la società civile, affinché contribuisca al processo del loro reinserimento. Il progetto è iniziato ufficialmente ad ottobre con la firma di un accordo formale con il ministero degli affari sociali Etiope. Da allora le attività sono iniziate come previsto. In previsione della realizzazione di un network per la tutela e la riabilitazione dei ragazzi è stata realizzata una ricerca sulle varie associazioni e organizzazioni etiopi che si occupano di infanzia a rischio. Circa 75 associazioni sono state coinvolte. Parallelamente, all'interno dell'istituto di riabilitazione minorile sono iniziate alcune delle attività previste come i servizi di counselling individuale per problematiche particolari e i laboratori di giardinaggio. Ad inizio anno è previsto l'inizio dei lavori di costruzione dei laboratori pratici di falegnameria carpenteria e tessitura. Le procedure di reintegrazione comunitaria sono anche iniziate: ragazzi che hanno terminato il loro periodo all'istituto sono stati reintegrati nella loro famiglia di origine o in comunità tramite i programmi shelter e sponsorship del CIAI e la loro situazione è costantemente monitorata.

Tabella di rendicontazione
Voci di RendicontazioneDettaglio spese
spese del personale impiegato nell'azione (locale e espatriato)€ 54.747,32
spese di viaggio e di soggiorno del suddetto personale€ 2.419,43
spese per impianti, terreni, beni immobili (affitto, ammortamento…)€ 15.910,30
spese dei materiali consumabili e delle forniture€ 14.323,85
spese di gestione corrente (affitto, luce…) € 4.644,35
altre spese (vocational training, scolarizzazione, iscrizioni anagrafiche)€ 39.811,02
spese amministrative€ 13.190,63
Totale€ 145.096,90