Case del sorriso per i bambini di tutto il mondo

CESVI

Il progetto punta in particolar modo a diffondere la cultura e la pratica della prevenzione dalla micidiale infezione dell'AIDS nell'Africa subsahariana e ad accogliere i ragazzi di strada, orfani a causa della malattia.  Le "Case del Sorriso" sono ospedali, consultori, orfanotrofi e centri d'accoglienza in cui i bambini si sentono "a casa", possono stare a proprio agio, ricevere cure sanitarie, cibo a sufficienza, educazione, istruzione, supporto psicosociale e affetto.

La storia di Takunda, il primo bimbo dello Zimbabwe, nato da mamma sieropositiva, curato in una Casa del Sorriso del Cesvi, dimostra che anche i bambini africani possono crescere sani e sorridere. Takunda, che in lingua shona significa "Abbiamo vinto", oggi ha due anni ed è fuori pericolo di contagio.

Sono cinque le Case del Sorriso in cui Cesvi lotta contro l'AIDS:

  • 1 casa del sorriso per gli orfani dell'AIDS in Zimbabwe;
  • 3 case del sorriso per la lotta contro l'AIDS dei bambini in Zimbabwe;
  • 1casa del sorriso per la lotta contro l'AIDS dei bambini in Sudafrica.

Cesvi costruirà altre Case del Sorriso in Birmania, Cambogia, Iraq e Perù.

Anno: 2003

Importo erogato: € 1.300.000,00

Luogo di realizzazione del progetto: Birmania, distretti di Pyin Oo Lwin e Naung Cho) - Cambogia, provincia di Kompong Chhnang - Iraq, città di Az-Zubair - Perù, città di Lima - Sudafrica, città di Cape Town - Zimbabwe, città di Harare e Provincia di Mashonaland Central

Avanzamento progetto: Con la prima edizione della Fabbrica del Sorriso Cesvi ha dato il via alla creazione delle cosidette "Case del Sorriso“, strutture di accoglienza, protezione ed educazione per l'infanzia in difficoltà. Le Case sorgono nei sobborghi più poveri del mondo ma rappresentano luoghi di socializzazione e non di ghettizzazione: ogni centro fa infatti da "ponte" rispetto alla comunità di provenienza dei bambini e dei ragazzi. Le Case costituiscono un supporto per il loro rapido inserimento nella società civile e permettono ai ragazzi di superare l'emarginazione in cui spesso sono confinati. Sono il luogo di coordinamento di tutti gli interventi svolti da Cesvi nelle comunità beneficiarie a livello psicologico e sociale, educativo e legale. Le attività realizzate fino alla fine del 2005 hanno riguardato 6 diversi Paesi, ciascuno con differenti bisogni: in Birmania l'obiettivo primario è stato la lotta alla malaria; in Cambogia la lotta alle malattie infantili; in Iraq il focus è stato il reinserimento scolastico di bambini e ragazzi, in Perù la Casa del Sorriso è stata un valido appoggio per adolescenti e ragazzi sfruttati sessualmente, in Sudafrica e in Zimbabwe invece l'obiettivo primario è stato la lotta all'AIDS e alle sue conseguenze sociali. Complessivamente, 43.619 bambini e 15.388 mamme hanno beneficiato di questo programma multisettoriale.

Tabella di rendicontazione
Voci di RendicontazioneDettaglio spese
spese del personale impiegato nell'azione€ 438.025,53
spese di viaggio e di soggiorno del suddetto personale€ 18.292,53
spese per impianti, terreni, beni immobili (affitto, ammortamento…)€ 257.076,51
spese dei materiali consumabili e delle forniture€ 146.379,70
spese di gestione corrente (affitto, luce…) € 99.926,32
altre spese€ 210.338,82
spese amministrative€ 130.000,00
Totale€ 1.300.039,41